Biography

Author Picture

Giovanni Battista De Andreis

Giovanni Battista De Andreis (Badalucco, 6 aprile 1938) è un pittore e incisore italiano. È stato definito da Maurice Henry uno dei più significativi artisti contemporanei.

Raimond Lacroix, 1977
A mi-chemin entre la fantastique dépoullé et le surrealism, peintre de la femme mysterieuse au visage à la Dietrich aux doigts à la Greco, De Andrèis nous presente des visages aux yeux fuyants et troublants, des femmes sophistiquées, sensuelles et cruelles, souvent indifférentes a leur entourage comme a vous-méme spectateur ignoré. Elles surgissent d'une accumulation de matière ou defranfreluches raidies, trop rigoureusement agencées pour etre naturelies. L'insolite fémminin et son mystère, sous-jacent retent entiers parce que De Andrèis ne scrute pas l'enigma femminine; il l'etale De Andrèis est aussi le peintre des oiseaux, aussi singuliers que les femmes qu'ils cotoient, en complices aux relents malèfiques.

Maurice Henry, 1977 Liberandosi da desideri-angosce latenti De Andreis ha messo in opera le sue notevoli conoscenze tecniche, oltreché la sua preparazione relativa alla pittura antica, per rappresentare attraverso mezzi moderni i problemi che si pongono oggi gli spinti più indipendenti. Egli è tra questi.
E' sufficiente ascoltarlo parlare, per rendersi conto della tensione estrema del suo pensiero a riguardo di tutto ciò che la vita ci offre da una parte e ci rifiuta dall'altra. Se si considera tutto ciò che viene fabbricato in Europa e soprattutto in ltalia con l'etichetta "surrealista" (un po' di fantasia, un pizzico di sogno e qualche incongruenza applicata), De Andreis è uno dei più autentici rivoluzionari dell'arte contemporanea.

Elio Galasso, 1989
Poi scopri però che nello scavo reale, del mito e della propria cultura, egli procede come con fede in un assoluto separato dal lento gioco di seduzioni multiple, concentriche, nel rapporto instaurato fra culture di genti diverse, epoche storiche e letture, ruoli e interpretazioni, squarci visivi e privatissimi momenti di ascolto esistenziale. Sui suoi contrasti fra interno ed esterno si stratificano infatti ancora i sogni visionari di viaggiatori ingordi di oltrepassare Suez, il simbolico diaframma di sempre tra la vita posseduta e l'incognito oltremare.
Per questo si avverte senza disagio che a lui si addice il silenzio, che forse il contatto gli è molesto perché gli è estraneo il chiacchierìccio della moda che contraddice la sua lezione più importante, ovvero l'amore maniacale per la precisione, l'avversione per ogni superficialità.
Leonardo Borgese, 1968
Le pitture a chiunque abbia un po' d'occhio riveleranno pure subito una straordinaria finezza e delicatezza nell'accostare i rossi e i verdi, nel risolvere questo forte, semplice, primo e vivo contrasto che tanto giovò non di rado a nostri pittori del Rinascimento, ad alcuni ferraresi per esempio, a Lorenzo Lotto, al Pontormo... Da una amorosa lotta fra il rosso e il verde nascono intense, pallide, sensibili creature e nasce tutta un'aria al tempo stesso misteriosa, magica e naturale. ...Sono stato davvero contento di incontrare un giovane che guarda gli antichi e che riesce lo stesso ad essere moderno, assai moderno. Dirò di più: Lei è moderno perché guarda bene gli antichi che Le piacciono, che sente: guardasse solo i moderni, non sarebbe moderno, sarebbe invece appena modernista.

Dino Buzzati, 1968
Le odalische del giovane pittore hanno veramente le carni di brace incandescente o è soltanto il riverbero di un braciere fuori campo? Sono singolarissime ragazze, torpide, sensuali, bionde, il volto da bambina malmostosa. I rossi e i rosa dei corpi fanno magnifico contrasto con gli sfondi verdi profondi, intricati, opulenti. Sogni d'oriente dipinti da un nordico che ha un indubbio temperamento e un suo mondo originale.

Enzo Fabiani, 1971
I suoi quadri possono con efficacia parlare, o suggerire, all'uomo di oggi, pur riprendendo i motivi che hanno, almeno in parte, origine dallo studio attento della pittura nordica: pittura che e in certo senso il suo paradiso, il suo giardino fatto, più che di colori, di suoni, di vibrazioni, di richiami diabolicamente, o stregonescamente, persuasivi.

Lipplaa, 1973
Un manierismo attento a stimoli psichici piuttosto che concettuali libera una pittura oggi tra le più disimpegnate. Ove acquista risalto una singolare specie di femmina sottilmente mistica o provocatoria: sorta di cover-girl medievale, d'un angelismo ambiguo quanto conturbante: simbolo di una condizione contradditoria dell'Eros moderno.

Stephan Rey, 1973
L'artiste fait peser sur son art (et c'est bien la marque de son exceptionelle originalitè) une sorte de contrainte. Il méne, dirait-on, un jeu un peu sadique, et cherche a charmer pour torturer davantage.

Adriano Spatola, 1982
II problema che assilla De Andreis è come conciliare l'incisività aggressiva del segno con l'ideale di una forma perfettamente chiusa, in una forma che nella sua autonomia raccolga gli elementi dispersi dell'esistenza per restituirceli in un gioco essenziale. Il corpo della donna gli sembra una possibilità un invito (in tutti i sensi) a questo gioco essenziale, la passività Ma a parte qualche abile trucco usato con noncuranza, il segno di De Andreis resta per questo corpo, maligno, forse leggermente depravato.
Potrebbe affermare, con il poeta suicida Jaques Rigaut Jé vous aime assez pour n'avoir rien a vous dire. La plus belle fille du monde ne peut me donner que ce que j'ai. Dove un riflesso di misoginìa tende a colorare d'irritanti sfumature quella che è invece, per De Andreis, una relazione ossessiva con l'immagine indipendentemente da ciò che essa rappresenta, nella devozione al segno. Ancora una volta il quadro che De Andreis usa come modello si presenta ai nostri occhi piuttosto come un puzzle che come un manufatto completo in tutte le sue parti. Questo mosaico esploso da ricomporre qualche secolo più tardi vuol essere soprattutto, per il pittore di oggi, l'indizio di una premonizione. Tracce psicologiche e giravolte tecniche si fondono in una specie di bagno galvanico, che riassume e giustifica una energia latente trascurata. Per fare un gioco di parole, è la trascuratezza della trasfigurazione.

Paul Caso, 1975.
II reste dans tous le cas, très Italien dans ses envoutantes compositions où la femme surgit comme un grand insecte offensif.

Davide Lajolo, 1975.
De Andreis l’avvolge in armature come veli : ognuna guarda di lontano scontrosa, disperante col suo invito ironico al di là della serpe della sua sensualità.

Gastòn Orellana, 1975.
Hermano De Andreis, sai de tu convento y despierta del siglo XIII, ven con tus multiples transparentes novias, mira como corren los asesinos por las calles.

Luciano Biondo, 1975.
De Andreis è un perfetto tecnologo dell'arte figurativa.

Riccardo Ceccarelli, 2010
Quella di Giovanni Battista De Andreis è una "grande" pittura.
Una pittura conseguenza e figlia di un disegnatore eccellente che della "pittura-pittura" usa ogni opportunità, che ne possiede e conosce ogni storia ed ogni segreto distendendo il tutto in una narrazione pura ed intrigante. Non gli sono ignote le lezioni di Gustav Klimt e Francis Bacon, delle avanguardie come dei pittori del Rinascimento. Inquieta ed affascina insieme la sua pittura in un nesso inscindibile. Inquieta per la frantumazione o la destrutturazione delle forme o delle figure che poi ricompone in nuove figurazioni che affascinano per il particolare, per i colori, per le campiture, per quelle inedite possibilità di lettura e di osservazione che le immagini offrono.

Gualtiero De Santi, 2010
Non è un pittore di agevole lettura il ligure De Andreis. Ciò a malgrado che le immagmi e i colori di cui fa impiego, si presentino quasi tangibilmente al senso di chi li osservi. Tuttavia una via per inseguire e per comprendere non soltanto l'evoluzione ma anche (e soprattutto) il determinarsi della sua arte, potrebb'essere il particolare corpo a corpo ingaggiato con la figura: il confronto insomma con le pratiche della comunicazione contemporanea, con l'illusorietà ma anche con l'autenticità profonda del vero.

Per il momento non abbiamo opere o pubblicazioni di questo autore nel nostro shop.