La Follia di Oreste

Tragedia in 4 atti. (Nell’Aura di C.B.)
di GIACOMO Maria Prati, Marco Eugenio Di Giandomenico

Prefazioni
Emanuele Torreggiani, Christina Magnanelli Weitensfelder

15,00

COD: AIM_BKS_OS03 Categoria:

Genere: Teatro, Tragedia Greca
Collana: One Shot
Sottocollana: MitoFuturo
Pagine: 100
Formato: 15×21. / 5.90 x 8.27 Inches
ISBN: 978-88-32140-13-2
Editore: AIMagazinebOOks
Data pubblicazione: 16 aprile 2020
Lingua: italiano
Descrizione: Oreste è RISORTO.

Eschilo scrive l’Orestea circa nel 460 avanti Cristo. Giacomo Maria Prati la riscrive, nel 2020, in occasione della Pandemia Covid-19.

“Un teatro senza spettacolo, nell’aura di Carmelo Bene, quello dell’Oreste di Prati. Un teatro dove non accade nulla come nel Tamerlano il Grande di Marlowe e nella Pentesilea beniana. Un luogo-non luogo in cui abita pura la follia di Phonè che si avvolge su se stessa. La tragedia del Mito che non trova luogo di vita e allora si canta. Abita il proprio canto. Il trono solitario e la reggia vuota e oscura di Oreste si trasfigurano. Assumono lo status metaforico di una condizione umana paradossale. Diventano simbolo della prima scissione fra prassi e sogno, fra rappresentazione e racconto, fra individuo e collettività. Il primo Amleto della storia, che oggi si agita nella “società della trasparenza”, cui è concessa solo un’esistenza metafisica a mo’ di Giorgio De Chirico.” (Marco Eugenio Di Giandomenico)

Vedi articolo in Rassegna stampa